Che cos’è la copertura 3D?

Un approccio olistico alla pianificazione delle segnalazioni di allarme.

Con la copertura 3D di Pfannenberg, la progettazione dei sistemi per la segnalazione di allarmi e avvertenze diventa più facile e più affidabile.

Questa metodologia si avvale del rendimento effettivo in uno spazio determinato piuttosto che affidarsi unicamente ai dati di emissione nominali presentati nelle specifiche tipiche.

L’obiettivo della copertura 3D è quello di fornire una rappresentazione visiva della portata effettiva del dispositivo di segnalazione, giustificandone l’uso in un spazio determinato.

Questo prezioso approccio aiuta i progettisti a definire sistemi di allarme che garantiscano avvertenze di sicurezza efficaci al personale.

Pfannenberg mostra cosa si può ottenere con i dispositivi di segnalazione.

Le informazioni riportate normalmente nelle schede tecniche non consentono di trarre conclusioni in quanto al rendimento effettivo di un prodotto in un determinato spazio. Con un approccio innovativo, la copertura 3D fornisce a progettisti e responsabili della sicurezza informazioni sulle dimensioni dell’area effettivamente coperta da un dispositivo di segnalazione.

La copertura 3D descrive l’area massima (LxPxA) dell’area interessata dal segnale.

Per i dispositivi di segnalazione acustica:

  • utilizzando il tono DIN
  • ai livelli sonori richiesti di 80, 85 e 90 dB(A)

Per i dispositivi di segnalazione visiva:

  • per i dispositivi della categoria O
  • nei tipi di applicazione: indicazione, avvertenza, allarme (secondo EN 54-23, intensità luminosa di minimo 0,4 lm/m²)

La percettibilità conta.

Il beneficio esclusivo della copertura 3D è il fatto che prende in considerazione fattori quali il livello di rumore dell’ambiente e l’intensità luminosa, incentrandosi sulla misura in cui è possibile garantire l’udibilità e la visibilità dei segnali: un requisito essenziale per soluzioni di segnalazione sicure.

Dimensionamento ideale.

Utilizzando il concetto di copertura 3D, vengono specificati dispositivi di segnalazione di dimensioni adeguate in grado di garantire la sicurezza del personale nelle condizioni ambientali presenti, il che spesso porta al sistema più economico in termini di numero di dispositivi e spese di installazione.

Le differenze del rendimento effettivo.

La copertura 3D rivela le differenze di prestazione effettiva che prima venivano scoperte solo quando era ormai troppo tardi. Uno dei motivi più frequenti di un pericoloso sottodimensionamento è la presupposizione che sirene della stessa categoria di rendimento abbiano caratteristiche di trasmissione identiche in uno spazio determinato. Il diagramma qui accanto illustra quanto diverso possa essere in realtà il rendimento effettivo.

Perché Pfannenberg è migliore.

Il rendimento di molte sirene è incentrato sulla loro prestazione in direzione assiale (in avanti), mentre spesso si trascurano i livelli di emissione inadeguati in direzione radiale (lateralmente e verso il basso). Con il disegno ottimizzato delle sirene Pfannenberg, la propagazione del suono è distribuita su un’area maggiore in tutte le direzioni.