Sistema strumentale di sicurezza SIS (SAFETY LOOP)

  • Di norma, le attrezzature di allarme svolgono una funzione di protezione di sicurezza per macchine e impianti. Le conseguenze di un errore in questi dispositivi di segnalazione, se inavvertite, rappresentano dunque un rischio potenziale.
  • Un grafico del rischio, oltre a costituire un importante elemento per la classificazione del sistema o dell’impianto, illustra chiaramente la complessità del lavoro preliminare volto alla realizzazione e all’implementazione dei progetti.

Sicurezza di funzionamento EN ISO 13849-1 (PL)

La Direttiva macchine 2006/42/CE è in vigore dal 1º gennaio 2010. È stata firmata il 17 maggio 2006 e pubblicata il 9 giugno 2006 sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea (OJ L 157). Con la Direttiva macchine entrano in vigore due norme sulla sicurezza. Da un canto la DIN EN ISO 13849-1, che sostituisce la norma DIN EN 954-1 della vecchia Direttiva macchine 98/37/CE. Dall’altro la DIN EN 62061.

L’obiettivo di queste norme di sicurezza è ridurre al minimo i rischi associati al funzionamento delle macchine. Per i costruttori di macchine e impianti sono dunque aumentati i requisiti per la certificazione dei prodotti. Le considerazioni sulla probabilità rientrano tra i fattori che si ripercuotono sulla regolamentazione della sicurezza dei componenti. Per minimizzare i rischi residui di una macchina o di un impianto, sono necessari dispositivi di allarme con un’elevata sicurezza funzionale. Essi dovrebbero inoltre avvisare del pericolo mediante segnali visivi o acustici.

Valutazione del rischio

Parametri di rischio

S – Gravità della lesione     

  • S1 = lesioni leggere (normalmente reversibili)     
  • S2 = lesioni gravi, compreso il decesso (normalmente irreversibili)

F – Frequenza e/o durata dell’esposizione al rischio     

  • F1 = da rara a più frequente e/o periodi brevi     
  • F2 = da frequente a continua e/o lunga durata

P – Possibilità di evitare il pericolo     

  • P1 = possibile in certe condizioni     
  • P2 = difficilmente possibile

Pubblicazioni / applicazioni

Descrizione Lingua Tipo Dimensione Download

Concetti fondamentali di SIL/PL per la tecnologia delle macc

  • inglese
pdf 5,7 MB Download

Esempio di controllo “Avviamento del macchinario”

  • inglese
pdf 270 KB Download

Esempio di controllo “Modalità Muting”

  • tedesco
pdf 430 KB Download

Opuscoli / poster

Descrizione Lingua Tipo Dimensione Download

Consentire una sicurezza di funzionamento conforme alle norm

Poster A1 a 2 pagine

  • inglese
pdf 2,5 MB Download

Svolgimento più sicuro dei processi e minimizzazione dei ris

nel funzionamento di impianti e macchine Sirene e luci flash con funzione di sicurezza (edizione 15)

  • inglese
pdf 1,1 MB Download

Scheda informativa sulla sicurezza funzionale

  • inglese
pdf 1,0 MB Download

Assistente software SISTEMA

Sicurezza dei controlli delle macchine: un semplice calcolo.

Lo strumento di calcolo SISTEMA indipendente e realizzato dall’Istituto tedesco per la sicurezza sul lavoro (Istituto tedesco per la sicurezza sul lavoro - IFA) aiuta a valutare i sistemi di controllo di sicurezza in conformità alla norma EN ISO 13849-1, semplificando l’analisi del rischio.

Lo strumento Windows costruisce la struttura dei componenti di controllo di sicurezza (SRF/CS, parti di un sistema di controllo correlate alla sicurezza) e calcola i valori di affidabilità a diversi livelli specifici come pure il livello di prestazione (Performance Level - PL) raggiunto.

Fate clic qui .... per scaricare la libreria dello strumento SISTEMA di Pfannenberg. 

Ulteriori informazioni e il download del software SISTEMA direttamente dall’IFA (Istituto tedesco per la sicurezza sul lavoro).

SISTEMA Cookbook

Prima di iniziare con il calcolo del livello di prestazione, il progettista del sistema deve creare lo schema su un diagramma a blocchi correlato alla sicurezza che illustra la progettazione della funzione di sicurezza in canali di funzione e i componenti da testare. SISTEMA Cookbook 1 si occupa di questo difficile e insolito passo della fase teorica e anche del passo successivo, che consiste nel trasferire i blocchi in SISTEMA e nell’immettere i loro valori caratteristici.

Scarica SISTEMA Cookbook 1

Le librerie possono essere gestite da un server di database centrale della vostra azienda e possono essere usate contemporaneamente da diversi utenti di SISTEMA. Il nuovo SISTEMA Cookbook 2 descrive l’installazione di questi server e la loro gestione in SISTEMA.

Scarica SISTEMA Cookbook 2

Esecuzione di più istanze parallele di SISTEMA (terminal server).

Scarica SISTEMA Cookbook 3

Quando le architetture previste non sono adatte.

Scarica SISTEMA Cookbook 4